Poster per la pace a Gavi e Capriata

Come da tradizione, il Lions Club Gavi e Colline del Gavi, ha promosso anche quest´anno tra i ragazzi della scuola media dei plessi di Gavi e di Capriata, il concorso internazionale di disegno “Un poster per la pace” che, nell’edizione 2015-2016 si propone con il tema: “Condividi la pace”.

Poster per la pace 2015


[da Il Novese]

In un momento storico come quello che stiamo attraversando, caratterizzato da divisioni e conflitti globali, il concorso si pone l’obiettivo di formare le giovani coscienze e fornire loro spunti di riflessione sul valore della concordia tra i popoli diventando, attraverso l’attività artistica, l’occasione di approfondimento e confronto sotto la guida dell’ottima professoressa Luisa Casaccia Gibelli.
Anche questa edizione ha visto impegnato un alto numero di ragazzi: 82 elaborati sono stati sottoposti alla giuria composta dalla pittrice e scultrice Alessandra Guenna e dalla professoressa Lorenza Priano affiancate dal Presidente del Lions Club Roberto Gemme e dai componenti del comitato "Un poster per la Pace"  Alessandro Cartasegna, Alma Pasero, Adriano Picchiò e Giulia Picollo.
L’elaborato che verrà inviato al concorso appartiene a Bartolomeo Bisio (classe IIª D).
«Quest’anno la giuria, che ringraziamo per la disponibilità e l’impegno, ha individuato nell’elaborato del giovane Bisio il candidato ideale da proporre — dice il dottor Cartasegna  da anni promotore dell’iniziativa —  per l’originalità e il forte contenuto simbolico, rappresentando i paesi del mondo amalgamati in una torta già divisa in sette spicchi, ognuno dei quali riportare i colori simbolo della pace; attorno la gioia della condivisione è stata espressa attraverso un gruppo di mani di diverso colore e etnia pronte “innocentemente” a condividere un dolce attimo di gioia e di pace.»
«Particolarmente attuale — aggiunge il presidente del Club, Roberto Gemme — anche per aver colto, proprio nell’anno dell’Expo, l’importanza del ruolo che riveste il cibo nella nostra attuale società, laddove la fame può diventare un’arma potentissima, il cibo condiviso si fa strumento di pace.»
Un plauso anche a Diego Traverso e Davide Nuti, entrambi della classe IIª C, classificatisi secondi parimerito.

Lucia Camussi